Saluto del nuovo Preside di Siracusa e composizione del Consiglio

Saluto rivolto a
S.E.R. Mons. Salvatore Pappalardo
Arcivescovo di Siracusa e Priore della Sezione

 

Eccellenza carissima, La ringrazio per aver accolto l’invito a celebrare il Precetto Pasquale della Sezione di Siracusa dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
Porgo i saluti del Luogotenente, S.E. Cav. Di Gran Croce Maurizio Russo, che ieri sera mi ha telefonato per porgere a tutti noi il suo saluto e l’augurio di una buona preparazione alla SS. Pasqua.
E’ la prima celebrazione a cui partecipo da Preside da poco nominato, non nascondo la mia emozione, ma desidero altresì   ringraziarLa per essermi stata vicino, in questi primi giorni, nell’intraprendere la strada del mio servizio per l’Ordine del Santo Sepolcro, non solo nella veste formale di Priore della Sezione, ma soprattutto in quella affettuosa di Pastore.
La mia gioia è grande nel vedere, insieme a Lei, la contemporanea presenza di S.E. Mons. Giuseppe Costanzo, Priore Emerito della Sezione, le cui riflessioni nutrono il nostro spirito, e dei due Presidi Emeriti, Nicola Garozzo, durante la sua presidenza sono stato investito cavaliere, e Biagio Armaro che ho avuto l piacere e l’onore di affiancarlo nella veste di segretario.
Un pensiero anche al primo Preside della Sezione di Siracusa, il Cav. di Gran Croce Elio Salerno, non più tra noi, ma che noi oggi siamo ad onorare la sua città.
In continuità con l’operato di chi mi ha preceduto voglio riaffermare che il nostro inclito Ordine è nella Chiesa universale e particolare e vuole camminare in comunione con Essa e con il suo Pastore, rimanendo fedele alla nostra missione di cavalieri, manterremo vivo l’interesse verso i problemi nei Luoghi Santi di Gerusalemme e la vicinanza alla Chiesa di Palestina.
Oggi celebriamo il nostro Precetto Pasquale e invito tutti a prepararci a rivivere il Triduo Pasquale con le parole che il Papa ha inviato ai fedeli con il “messaggio per la quaresima 2019”.
Il Santo Padre prende spunto dalla Lettera ai Romani: “L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio” e ci porge un invito a comportarci sempre da cristiani nella vita quotidiana, combattendo l’istinto a possedere sempre di più ed a soddisfare i nostri appetiti che non sono bisogni.
Invito che coincide con le parole trascritte nella premessa del nostro Statuto: “La condotta morale ed il sentimento cristiano siano le prime esigenze per poter essere ammessi nell’Ordine”.
Ringrazio i sacerdoti che ci sono e mi sono vicini nell’indicarci la strada del cammino spirituale: Mons. Greco, Padre Lombardo, Padre Giansiracusa, Padre Martorina, Padre Scatà, Padre Astra, Padre Martorina, Padre Massimo.

Concludo dando notizia che il Luogotenente l’altro ieri ha approvato la composizione del Consiglio della Sezione che ho il piacere di presentare:
 

Preside: Comm. Dott. Salvatore GERACI
Priore: Gr. Uff. Mons. Salvatore PAPPALARDO
Segretario: Comm. Sergio CILEA
Tesoriere: Comm. Dott. Giuseppe PITARI
Cerimoniere ecclesiastico: Cav. Rev. Giuseppe LOMBARDO
Cerimoniere laico: Cav. Dott. Sebastiano GIUDICE
Cerimoniere laico: Comm. Amm. Dott. Sebastiano PONZIO

Consiglieri:
Comm. Prof. Michelangelo LOREFICE
Cav. Avv. Pietro ROMANO
Cav. Prof. Carlo Alberto CANTARELLA
Cav. Arch. Domenico CASSIA
Cav. Dott. Maurizio CASSIA
Dama di Comm. Dott.ssa Notaio Luisa COSTANZA
Dama Dott.ssa Sebastiana DI FRANCO
Dama Maria Teresa SANTAGATI  

Comm. Dott. Salvatore Geraci, Preside della Sezione

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail