Chiese affidate all’Ordine in Sicilia

Chiesa di Sant'Andrea a Piazza Armerina
Chiesa capitolare di San Cataldo a Palermo
Oratorio di Santa Caterina d'Alessandria a Palermo
Chiesa Capitolare di San Giuliano a Catania
Chiesa dell'Immacolata Concezione a Trapani
Chiesa di San Nicola a Caltagirone

 

La Chiesa di San Nicola è collocata a monte della città, nelle vicinanze della Chiesa di Santa Maria del Monte, detta “la Matrice”, chiesa visitata in conclusione dei 142 gradoni che compongono la famosa “scalinata”, che collega la parte antica di Caltagirone con la parte più nuova della città.

Della Chiesa di San Nicola non si conosce la data di costruzione ma con molta probabilità fu eretta nel periodo normanno vicino alla chiesa Matrice.

Patrono della città, il culto di San Nicola potrebbe risalire al periodo bizantino.

Nel 1090 il conte Ruggero elesse San Giacomo protettore di Caltagirone sostituendo in tale prerogativa San Nicola di Mira.

La chiesa non cadde col terremoto del 1693.

A seguito di un miracolo, l’edificio fu ingrandito nel 1718 dalla confraternita dei Massari e dai devoti.

Nella seconda metà del Settecento l’architetto Natale Bonajuto vi apportò delle modifiche ridisegnando la facciata in ordine gigante di stile ionico.

Il prospetto, incompleto, è costituito dal portale con timpano triangolale sormontato dalla grande finestra rettangolare, il tutto è incorniciato da paraste binate reggenti il marcapiano sul quale poggia la cella campanaria opera del Maruviglia.

L’interno è a navata unica pianta rettangolare.

Nella zona del presbiterio si erge l’altare maggiore in marmo policromo sul quale domina la statua lignea raffigurante San Nicola.

Dal maggio del 2014 la Chiesa è stata affidata alla Delegazione di Caltagirone dei Cavalieri dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme – Luogotenenza per l’Italia Sicilia, per svolgere le attività concernenti la loro missione.